Utilizziamo i cookie per semplificare la navigazione nel nostro sito Web. Ulteriori informazioni

Proseguiamo con la (e)missione: DOC, DPF ed SCR

#NoFilter può sembrare fantastico su Instagram ma questo hashtag non vale in materia di veicoli. Una gamma di eroi ben nascosti collaborano per proteggere l'ambiente. Scopri in questo blog, la modalità di funzionamento dei sistemi di post-trattamento dei gas di scarico.

Technical Expertise

Le nuove tecnologie consentono di realizzare sistemi di filtrazione dei gas di scarico diesel più efficaci. DOC, DPF ed SCR sono il risultato della maggiore sensibilizzazione ambientale a livello mondiale. Questi tre sistemi di filtrazione offrono una notevole diminuzione delle sostanze nocive rilasciate dal veicolo diesel.

DOC

Come primo ostacolo, il gas di scarico che abbandona il motore incontrerà il DOC, o catalizzatore di ossidazione diesel. Il gas di scarico attraversa la struttura a nido d’ape del DOC che è rivestita di catalizzatori di metallo. Il CO e gli idrocarburi vengono eliminati e trasformati nella meno dannosa acqua e CO2. La maggior parte dei costruttori posizionano il DOC prima del DPF, in questo modo gli idrocarburi filtrati dal DOC non possono intasare il DPF.

DPF

Il particolato restante passa attraverso il DPF, o filtro antiparticolato diesel. Questa parte del sistema di post-trattamento dei gas di scarico raccoglie e brucia le particelle di fuliggine. Il DPF sfrutta il calore proveniente dal motore e il DOC, per questo motivo viene posizionato immediatamente dietro al DOC. Quando il motore ha raggiunto la normale temperatura di funzionamento, il DPF è in grado di bruciare la maggior parte di fuliggine contenuta nel gas di scarico

SCR

Il gas di scarico continua il suo percorso e attraversa l’SCR, o sistema di riduzione catalitica selettiva. Un liquido catalizzatore è miscelato al gas di scarico prima che abbia inizio il processo di filtrazione stesso. La composizione del catalizzatore viene determinata dal tipo di SCR. I liquidi catalizzatore maggiormente utilizzati sono:
  • urea
  • ammoniaca anidra
  • ammoniaca in soluzione acquosa

Il NOx contenuto nel gas di scarico forma nuove sostanze meno nocive durante il passaggio attraverso il sistema SCR.

L’impegno di Champion

Non esiste alcun passaggio di olio motore diretto attraverso il sistema di post-trattamento dei gas di scarico. L’olio motore incompatibile abbatte le solide prestazioni del sistema di filtrazione. Ma che cosa lo rende incompatibile?

Durante la marcia, una piccola quantità di olio motore viene bruciata. Questo significa che il residuo d’olio incompatibile bruciato passa attraverso il DOC, DPF e SCR, determinando prestazioni della filtrazione instabili e danneggiando i catalizzatori.

Champion dispone di una gamma di prodotti in grado di proteggere l’intero sistema di post-trattamento dei gas di scarico. Questi prodotti sono conformi alle categorie C1-C4 ed E6/E9 di ACEA. Il nostro ingegnoso strumento di Ricerca prodotti aiuterà a trovare una soluzione nel panorama degli oli motore.